Natalina Gatti, commercialista esperta in startup

Natalina Gatti è Commercialista e Revisore Legale dei Conti e, da tanto tempo, si occupa di startup innovative. Presso il suo studio commerciale offre consulenze dedicate proprio a chi vuole intraprendere questo percorso e vuole presentare la sua idea sul mercato.

E’ importante affidarsi a un commercialista esperto in startup proprio perché questa particolare tipologia d’impresa ha delle caratteristiche proprie. Un fattore che distingue queste attività dai classici modelli di business è l’incertezza. Infatti, le startup, proponendo un’idea dirompente sul mercato, si ritrovano ad operare in un ambiente sconosciuto che, nella maggior parte dei casi, infatti, dovranno creare.

Come ha sottolineato Natalina Gatti nelle sue interviste, avere un’idea innovativa non basta. Chi aspira ad avviare questa attività, possa contare su un professionista esperto che si occupi di validation startup.

La validazione della startup fa riferimento alle attività di raccolta e analisi dei dati che deve essere supportata da conoscenze approfondite e professionali di statistica, matematica, economia, finanza e data analysis, oltre che naturalmente di marketing.

L’obiettivo della validazione della startup è capire se, sulla base di un’analisi precisa, vale la pena aprire la propria startup. Dopo aver fatto confutare da dei professionisti l’idea startup, si può procedere comunque all’avvio dell’attività imprenditoriale perché l’idea iniziale è confermata.

La validation startup è un metodo scientifico con il quale si analizza la propria idea di business. Molto spesso, la propria dea di business propone una soluzione a un problema, ma non sempre quest’ultimo è realmente avvertito dal mercato e non sempre la propria idea potrà effettivamente produrre utili. Se questo fosse il caso, la startup non avrebbe successo.

Non bastano i metodi fa-da-te, come questionari e sondaggi, ma bisogna affidarsi a un commercialista esperto in startup che abbia gli strumenti e le competenze giuste. Tentare di confutare le proprie idee è il primo passo per aprire una startup. Così hanno fatto molti brand famosi, come YouTube, Facebook e l’italiana TecnoGym, che hanno proposto soluzioni che prima di allora non erano presenti sul mercato.

Aprire una startup innovativa richiede soldi e tempo. Un investimento assolutamente necessario.

Se l’idea della startup innovativa è però confermata dalla validazione, allora è il momento di procedere. Con il proprio commercialista esperto in startup bisogna quindi analizzare il mercato, segmentare la clientela considerando anche eventuali nicchie e i competitors.

Il supporto del commercialista esperto in startup permette anche di realizzare il Business Model Canvas, uno schema con 9 riquadri che sintetizza il modello di business della propria impresa innovativa.

Poi, bisognerà procedere al test del prodotto minimo funzionante. Il MVP (Minimum Viable Product) permette di capire se bisogna apportare delle modifiche al prodotto o al servizio per avere successo.

Quasi sempre si arriva a un punto pivot: ovvero, dopo tutti questi step, ci si accorge che la propria idea di business non è valida, magari perché effettivamente non ha mercato. Se questo accade, non si tratta di tempo perso, ma semplicemente investito per comprendere cosa e come cambiare e trovare finalmente la strada giusta.

Poi bisogna creare il team della startup scegliendo professionisti con il giusto equilibrio tra hard e soft skill in linea con il proprio modello di business.

Aprire una startup richiede tempo, soldi ed energia, ma anche tanta competenza in diversi settori. Ecco perché è necessario affidarsi a un commercialista esperto, proprio come Natalina Gatti che ha portato tante startup al successo seguendole in questo lungo iter.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.